Napoli con i bambini: cinque idee per un weekend in famiglia

weekend a napoli con i bambini 5 idee

Napoli è una città per famiglie con bambini? Molti pensano di no e sono spaventati dal traffico, dalle strade strette, dalle salite improbabili, dalle difficoltà di muoversi con i mezzi pubblici. È vero? Alcuni di questi timori, in parte, sono fondati, ma posso sfatare con certezza un mito: Napoli è una città per famiglie. Ecco per voi cinque idee per organizzare un weekend indimenticabile con i bambini a Napoli.

Napoli con i bambini: i timori fondati delle famiglie

Ho abitato a Napoli per quasi quindici anni e sono mamma di due gemelli, se voglio essere utile e farvi innamorare di Napoli devo essere sincera: i mezzi pubblici sono, come dire, “un terno al lotto”. Funzionano bene le funicolari, per andare dal centro alla zona collinare. Funzionano abbastanza bene le metropolitane, che meriterebbero una visita guidata per quanto sono belle (visitate le stazioni dell’Arte), ma può capitare che vadano in tilt se piove o se c’è troppa gente (chiudono alcune stazioni, tra cui la stazione centrale) e non sono frequentissime. Funzionano malissimo i bus, che vi sconsiglio di prendere. Se si vuole girare la città in autobus vi consiglio di fare un piccolo investimento e di prendere il City Sightseeing Napoli, che vi porterà in tutti i luoghi più belli della città (c’è un percorso per il centro storico e uno per Posillipo) senza intoppi. Per il passeggino, invece, non vi preoccupate, tranne alcuni vicoli, in cui non credo proprio vi avventurerete, le strade sono a prova di 4 piccole ruote.

 

Napoli con i bambini: dove dormire

Comunque, per muoversi a Napoli la scelta migliore è girare a piedi (anche con i passeggini). Le cose belle da vedere sono abbastanza vicine. Vi consiglio di dormire o nel centro storico o nella zona di Chiaia – lungomare, così avrete tutto vicino. Spesso gli alberghi nella zona della stazione costano meno, ma la sera non è una zona molto illuminata e controllata.

Come B&B per famiglie vi do tre consigli, ma ne trovate altri qui

  • Le Voci del Centro: una casa vacanze situata a pochi passi dal Centro Storico di Napoli e dalla Via Toledo, a 5 minuti a piedi dalle Stazioni della Metropolitana Linea 1 di Piazza Municipio e Università
  • Casa Magà, Via Salvator Rosa, 321, a pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale e dalla centralissima Piazza Dante
  • B&B i 4 elementi, in via dei Greci 33, nella zona di Chiaia/Lungomare. Quando prenotate chiedete di Diego, ha due bambini piccoli e saprà prevenire ogni vostra richiesta.

 

Napoli con i bambini: cinque idee per un weekend in famiglia

Ora la domanda è: dove andare con i bambini? Non ci crederete ma è difficilissimo scegliere solo cinque posti. Provo a fare una selezione per incuriosire un po’ tutti i genitori, con bimbi maschi e femmine, piccoli e grandi, così da accontentare tutti.

Le mie proposte sono:

  1. Città della Scienza
  2. L’ospedale delle Bambole
  3. Centro storico e cappella di San Severo
  4. Il Bosco di Capodimonte
  5. La Gaiola

 

Napoli per famiglie: Città della Scienza

città della scienza

Non tutti sanno che a Napoli c’è il museo scientifico interattivo più grande d’Italia. Si trova a Bagnoli ed è un vero viaggio alla scoperta del corpo umano (con la mostra permanente di Corporea), dell’Universo (con il Planetario 3D), degli animali (con mostre su insetti e fossili) e tantissimi laboratori a misura di bambini, come quelli di Nintendo o sul mondo marino. Se volete saperne di più potete seguire la nostra visita a Citta della Scienza, i nostri bimbi la adorano e ci andiamo praticamente una volta al mese. Se ci andate nel weekend, leggete il programma dei Laboratori a Città della Scienza sempre aggiornato.

 

Città della Scienza: orari e biglietti

Il museo è aperto dal martedì al sabato: ore 9.00 – 17.00

Domenica e festivi: ore 10.00 – 18.00

Lunedì: chiuso

Giorni di chiusura: 25 dicembre e 1° gennaio

I biglietti si trovano qui

Per raggiungere Bagnoli, vi consigliamo un taxi, il prezzo della corsa dal centro è di circa 15 euro.

 

Napoli per famiglie: l’Ospedale delle Bambole

bambini all'ospedale delle bambole

Un altro luogo magico di Napoli, perfetto per una vacanza di famiglia e forse poco conosciuto, è l’Ospedale delle Bambole (andate a leggere il racconto della nostra giornata con i bambini all’Ospedale delle Bambole). Sì, è un vero e proprio ospedale con i reparti e una dottoressa specializzata in peluche e bambolotti. Il primario è Tiziana Grassi, figlia del fondatore, Luigi, che per lavoro dipingeva le scenografie a teatro e che quasi per caso si trovò ad aggiustare le bambole e i giocattoli dei bambini di tutto il quartiere.

Gli orari di apertura variano in base al periodo, vi consiglio di leggere qui

È possibile prendere appuntamento anche in orari differenti e si consiglia di telefonare prima di visitare la bottega. (Tel: 081 1863 9797)

Ai bambini si consiglia di portare una bambola o un pupazzo da curare e di fare la visita guidata.

 

Napoli per famiglie: il centro storico e la cappella San Severo

bambini nel centro storico di Napoli

Se è la vostra prima volta a Napoli dovete assolutamente fare un giro nel centro storico. Se non è la prima volta, ci dovete tornare. Il cento storico è una tappa obbligata. Se siete con i bambini, dopo aver visto l’Ospedale delle Bambole, vi consigliamo un giro nel Chiostro di Santa Chiara, con i limoni e le maioliche e anche un presepe storico. Proprio all’entrata del chiostro c’è un piccolo parco giochi, che però vive fasi alterne di abbandono e risanamento.

Anche una passeggiata in San Gregorio Armeno piacerà ai bambini, tra statuette di calciatori, pulcinella e pastori del presepe. Attenzione, però, se avete il passeggino andate la mattina presto ed evitate il mese di dicembre, perché c’è davvero tanta folla. Il Comune nel periodo di Natale istituisce addirittura il senso unico alternato per i pedoni. Ultima tappa super consigliata con i bambini è il Cristo Velato. Qui i bambini fino a nove anni entrano gratis, ma soprattutto ci sono delle guide specifiche adatte alla loro età. Oltre alla bellezza da cui saranno circondati, rimarranno molto colpiti  dalle enigmatiche presenze delle celebri macchine anatomiche. Ne parleranno per mesi.

 

Napoli per famiglie: il Bosco di Capodimonte

reggia di capodimonte

Napoli, per chi non è abituato, può essere una città caotica e rumorosa. Voci, colori, volti, fanno parte del suo fascino, ma a volte, soprattutto se si hanno bambini piccoli, si ha bisogno di una “pausa”. L’idea migliore, se volete una pausa di silenzio, è fuggire a Capodimonte (da centro città si può arrivare con i mezzi pubblici o anche a piedi, leggi qui come), qui potrete ammirare il palazzo, con le mostre permanenti con opere di Caravaggio e Tiziano, e le esibizioni temporanee, ma soprattutto organizzare un picnic in uno dei boschi urbani più belli e antichi d’Italia.

C’è anche un’area dedicata agli amici a quattro zampe e potete portarvi anche la bicicletta. Se volete fare una sosta in una bellissima tisaneria, recatevi alla Stufa dei Fiori, un edificio dell’800 dove è possibile fare degustazioni di tisane, bevande, preparazioni derivate dai prodotti agricoli e dai fiori del Giardino Torre e della Stufa.

Orari Bosco di Capodimonte:

Il Bosco di Capodimonte è aperto tutti i giorni e segue i seguenti orari di apertura:

nei mesi di ottobre, febbraio e marzo:
apertura ore 7,00 e chiusura ore 18,00

nei mesi di novembre, dicembre e gennaio:
apertura ore 7,00 e chiusura ore 17,00

nei mesi di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto e settembre:
apertura ore 7,00 e chiusura ore 19,30

Il Bosco di Capodimonte è chiuso a Pasquetta.

Orari Museo di Capodimonte:

Il Museo di Capodimonte è aperto tutti i giorni, tranne il mercoledì, dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30) il primo piano

e dalle 10.00 alle 17.30 (ultimo ingresso alle 17.00) il secondo e terzo piano

Consulta gli orari delle Gallerie per maggiori informazioni

Il museo è chiuso il mercoledì e il 25 dicembre

Controllate il sito del museo perché ci sono anche delle aperture serali fino alle ore 22.30 (la biglietteria chiude alle 21.30) con biglietto a 1 euro a partire dalle 19.30

Non lontano da Capodimonte ci sono anche le Catacombe di San Gennaro, da vedere assolutamente.

 

Napoli per famiglie: la Gaiola

gaiola mare bambini

Ultimo consiglio per Napoli a misura di famiglie è l’area marina protetta della Gaiola. Questo piccolo paradiso naturale non lo troverete in molte guide, ma è da non perdere, da aprile a ottobre, per due motivi. Uno: perché se avete il costume in valigia potete fare anche il bagno. Due: perché la Gaiola è un paradiso nel cuore di Napoli, sulla collina di Posillipo: si può fare Snorkeling, Diving, Aquavision, Kayak. I bambini potranno anche fare un’immersione virtuale, in collegamento radio con un sub. Un luogo dove amare la natura: ci sono laboratori per i bambini e anche un percorso per imparare a usare meno plastica e a produrre meno rifiuti. Consigliato per tutti gli appassionati del mare e della natura. È un vero gioiello. Solo l’arrivo è super poetico, è come entrare in un piccolo borgo di pescatori.

 

Napoli per famiglie tutte le stagioni

Napoli è una città che, grazie al suo clima, rappresenta una meta ideale in ogni stagione per chi ha i bambini: d’inverno non fa mai troppo freddo e d’estate, con la brezza marina, anche il caldo è clemente. E poi ad ogni angolo troverete la pizza, il cuoppo fritto, le sfogliatelle… i bambini cammineranno per Napoli leccandosi i baffi.

Il nostro consiglio è quello di usare la mappa e la guida di Napoli per bambini, due strumenti pensati per piccoli esploratori curiosi, che vi consentirà di intrattenere i bambini anche dopo le passeggiate, visto che all’interno ci sono quiz, disegni, indovinelli da risolvere.

Se invece volete una visita guidata che sia a misura di bambini, vi consigliano Rita Tour , che organizza sia visite private sia visite di gruppo per famiglie con attività dedicate a bambini (max 10/15 bambini, quindi state tranquilli non vi troverete in nessun gruppone turistico).

 

Post scritto da Viaggiapiccoli: Cristina e Francesco con i loro gemelli di 10 anni, Enrico e Giulia girano il mondo, ma sono anche attenti e curiosi turisti della loro città di nascita: Napoli.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.

Viaggiapiccoli

Questo si chiuderà in 100 secondi