Tre sentieri per bambini e famiglie sul Vesuvio

mamma con bambini sul vesuvio

Per i bambini napoletani e campani in genere il Vesuvio è una creatura affascinante e misteriosa che vedono dalle loro finestre. Ma se sul Vesuvio si sale l’avventura diventa ancora più emozionante. Salire sulla cima di un Vulcano è un’avventura da veri esploratori. Ecco tre sentieri per bambini sul Vesuvio, gite facili e nella natura.

Gli 11 sentieri sul Vesuvio per chi ama  trekking e natura

Per chi vuole scoprire il “Parco Nazionale del Vesuvio” ci sono ben 11 sentieri per totale di 54 chilometri di passeggiate. Ci sono: sei sentieri natura circolari (n. 1, 2, 3, 4, 5 e 8), un sentiero educativo (n. 9), un sentiero panoramico (n. 6) e un sentiero agricolo (n. 7).

 

Sentieri per bambini sul Vesuvio: il cratere, sentiero numero 5

La prima volta che andate sul Vesuvio dovete assolutamente salire fino al cratere, perciò vi consigliamo assolutamente il sentiero numero 5. Noi abbiamo fatto, con i bambini di sei anni, il sentiero del Gran Cono e vi assicuriamo che:

1) è un’esperienza unica, per l’emozione di camminare lungo il cratere di un vulcano e per gli scorci suggestivi che si possono godere;

2) la passeggiata è in salita continua per 800 metri, ma molto dolce (non si può fare però con i passeggini).

L’itinerario principale costeggia la parte occidentale del cratere. L’inizio del sentiero è posto in corrispondenza del piazzale a quota 1.000 di Ercolano. La biglietteria si trova presso il rifugio Imbò circa 200 metri più in basso. E’ necessario recarsi alla biglietteria prima di accedere al sentiero n.5. Questo è l’unico sentiero a pagamento.

Portatevi una piccola bottiglietta di vetro, per raccogliere un po’ di polvere lavica e piccole pietre lunari. I bambini porteranno a casa un ricordo unico, che non costa nulla, ma è ricco di emozioni e ricordi.

E in questo periodo è obbligatoria la prenotazione on line e vi consigliamo di farla per tempo.

Come arrivare e dove parcheggiare: Nell’area del Piazzale, gestita dal Parco Nazionale del Vesuvio, non è consentito il parcheggio e non sono presenti servizi igienici pubblici. Ci sono delle aree di sosta e parcheggio lungo la strada provinciale gestite dal Comune di Ercolano. La strada è abbastanza lunga dall’ingresso del parco ai parcheggi, perciò vi consigliamo in qualche modo di lasciare i bambini il più vicino possibile e poi andare a parcheggiare o di usufruire delle navette private (noi non le abbiamo provate, abbiamo fatto la strada a piedi, ma è una strada asfaltata e faticosa).

Il piazzale si può raggiungere anche con i bus della Regione.

Il biglietto costa 10 euro e si può a orari prestabiliti.

  • Lunghezza: 4 km
  • Dislivello: 1170 m
  • Adatto a tutti, non con il passeggino

 

Sentiero numero 9: passeggiata lungo il fiume di lava

Il sentiero numero 9  ce lo consiglia una nostra amica di Instagram, Cris, che lo ha fatto con il suo bambino ed è adattissimo alle famiglie. I bambini possono camminare su un vero fiume di lava spenta.

vesuvio sentiero 9

È un itinerario facile, ma che permette di vivere l’emozione di passeggiare su una vera colata lavica, circondati da un paesaggio lunare. Il percorso parte nei pressi dell’Osservatorio Vesuviano ed è pertanto possibile conciliare anche una visita al museo, annesso alla struttura, che espone antichi strumenti scientifici ed ospita una mostra permanente sull’affascinante mondo dei vulcani.

Appena imboccato il tracciato, si procede in discesa immergendosi in un bosco di latifoglie, con essenze quali robinia, castagno, nocciolo, carpino nero e roverella, mentre nel sottobosco trovano vita alcuni esemplari di biancospino.

Superato un gradone, ci si immette in una strettoia sulle cui pareti sono evidenti le pomici del 79 d.C., fino ad arrivare ad uno slargo, punto di incontro con il tracciato in discesa del sentiero 8, dove si nota la presenza di un pozzo di età borbonica per la raccolta dell’acqua piovana e si osserva un bell’esemplare di sambuco.

Il sentiero, andata e ritorno, dura un’ora e ci sono punti panoramici spettacolari. È un sentiero facile, ma non si può fare in passeggino, perché ci sono delle salite (brevi) ma ripide e poi a partire dal Belvedere il terreno è di pietra lavica.

 

  • Lunghezza: 1.039 metri a/r
  • Quota Massima: 568 metri s.l.m.
  • Tempi di percorrenza: 1 ore a/r
  • Difficoltà Bassa,  adatto a bambini dai 4/5 anni
  • Partenza/Arrivo Via Contrada Osservatorio – Ercolano

 

Sentieri per bambini sul Vesuvio: la Valle dell’inferno e i Cognoli

I sentieri  numero 1 e 2  per la Valle dell’Inferno e lungo i Cognoli, sono i più selvaggi, sono quelli che abbiamo scelto noi: sono un susseguirsi di colori ed emozioni, in autunno soprattutto, si parte dagli alberi colorati di giallo e arancione, si attraversa un sentiero di pini verdi che si preparano all’inverno e si arriva sulle creste nere di crosta lavica con il cratere del Vesuvio che ti guarda da vicino. L’itinerario, molto panoramico, permette di godere degli scenari del Somma-Vesuvio.

Si parte da Ottaviano, si supera il Palazzo Mediceo di Ottaviano e si prosegue fino a quando si arriva a una sbarra, si parcheggia l’auto e si inizia il percorso, il primo tratto del sentiero comune al sentiero 1 e 2, si snoda lungo tornanti asfaltati, per poi trasformarsi in un sentiero sterrato.

È un vero e proprio viaggio nella natura: si attraversa prima una fitta pineta di pino domestico e poi in un bosco di castagni, ontani napoletano, aceri napoletani, lecci, robinie. Se state attenti potete sentire il cinguettio del picchio rosso minore.

Dopo oltre 1 Km di cammino in ripida salita si raggiunge il Largo Angelo Prisco dedicato al giovane finanziere assassinato dai bracconieri nel 1995. Qui ci sono due sentieri uno che va a destra e uno sinistra.

Quello a destra porta ai Cognoli, ma un gruppo di escursionisti che lo ha fatto ci ha raccontato che era molto malmesso con alberi caduti e passaggi difficili, noi siamo andati a sinistra, verso la valle dell’Inferno, che però abbiamo visto solo dall’alto senza scendere, facendo un bellissimo pit stop su Punta Nasone.

Ci siamo semplicemente goduti il panorama, abbiamo lasciato alle nostre spalle i colori e siamo arrivati su una strada nera costellata di ginestre ci siamo fermati a un bel vedere intermedio.

 

  • Lunghezza: 8.134 metri a/r
  • Quota Massima: 1.112 metri s.l.m.
  • Tempi di percorrenza: 8 ore a/r  (noi non l’abbiamo fatto tutto e ci abbiamo messo 6 ore)
  • Difficoltà: medio-Alta, adatto a bambini dagli otto anni
  • Partenza/Arrivo: Ottaviano/Monte Somma

I sentieri per bambini sul Vesuvio: un’esperienza unica

Qualsiasi sentiero scegliate sarà un’esperienza unica per i vostri bambini. Torneranno a casa con le tasche piene di pietre vulcaniche nere e gialle, stanchi, sporchi, ma felici.

Il Vesuvio è energia pura, silenzio, pace. Più si cammina, più si sale e più ci si allontana dal mondo degli uomini e si entra in un mondo altro, lunare, puro, energetico.

Sentieri per famiglie sul Vesuvio: consigli

Il sentiero che porta al cratere è l’unico dove trovate un bar, per gli altri sentieri attrezzatevi con acqua e uno snack per i bambini.

Vi consigliamo di non andare in estate perché fa caldissimo, preferite i mesi primaverili con l’esplosione di ginestre e i mesi autunnali con il foliage.

Per tutti i sentieri è consigliato portare:

  • cappello
  • felpa
  • scarpe da trekking
  • crema solare
  • tanta acqua

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X