Piaggine, il borgo del Cilento con la cascata

piaggine cascata cilento

Avete mai visto una cascata in pieno centro? Forse avrete sentito parlare della Cascata dell’isola del Liri, nel Lazio, ma in realtà anche la Campania ha la sua cascata in pieno centro storico.

Sto parlando di Piaggine, un piccolissimo borgo del Cilento, vicino ad alcuni dei luoghi più incontaminati dell’entroterra, come le Gole del Calore e le Gole del Sammaro.

Piaggine, la montagna del Cilento

Il borgo di Piaggine si sviluppa tra l’alta valle del fiume calore e il Monte Cervati, la più alta vetta della Campania (1898 mt slm).

Come molti borghi dell’entroterra, Piaggine era un piccolissimo paesino abitato da pastori che facevano su e giù dal ponte a schiena d’asino sotto il quale scende la maestosa (e rumorosa) cascata. Siamo all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo Diano, in provincia di Salerno, ma siamo nell’entroterra, tra alcune delle montagne più alte della Campania.

Proprio questa sua posizione le conferisce una grande varietà ambientale: nei dintorni di Piaggine incontrerete boschi e corsi d’acqua, montagne e canyon. Un paesaggio molto variegato, come del resto lo è tutto il Cilento.

Piaggine nasce come borgo di pastori, le cui greggi andavano su e giù per il ponte a schiena d’asino in continue transumanze. Tutto questo fino al dopoguerra, quando un inevitabile desiderio di rinascita portò tanti abitanti ad emigrare , lasciando il proprio paese natio alla ricerca di una vita più dignitosa. Storie che purtroppo appartengono a tanti borghi della nostre bella regione e dell’Italia in generale, ma che in qualche modo ci hanno lasciato in eredità dei paesini ancora quasi non toccati dalla modernità, dall’industrializzazione, dalla cementificazione selvaggia.

 

Cosa vedere a Piaggine: una cascata in pieno centro storico

La vera particolarità di Piaggine è la sua maestosa cascata in pieno centro storico. Dopo aver attraversato il paesino, incontrato qualche persona anziana che vi saluterà come se vi conoscesse da sempre, arriverete ad uno spiazzale e da qui la vedrete cadere in tutta la sua maestosità. Sotto al ponte medievale a schiena d’asino, scorre fragorosa la Cascata di Piaggine, che si tuffa nelle acque del fiume Calore. Tutti pensano che l’unico borgo in Italia ad avere una cascata in pieno centro storico sia l’isola del Liri, nel Lazio, e invece anche la Campania ha il suo borgo con la cascata. Nel gennaio 2017, la cascata ha regalato uno spettacolo meraviglioso meraviglioso, essendosi completamente ghiacciata  a seguito di un drastico calo delle temperature sotto lo zero, che ha creato uno scenario davvero pazzesco. In estate, invece, il flusso dell’acqua si riduce notevolmente fino a seccarsi. Per questo, consigliamo di andare a visitare Piaggine in primavera o comunque non oltre il mese di maggio.

 

Piaggine: un borgo ancora autentico

Essendo un borgo piccolissimo, vi basterà passeggiare tra le viuzze di ciottoli e i palazzi antichi nobiliari, per assaporare tutta la bellezza dei borghi che hanno un fascino davvero unico. Non so se capita anche a voi, ma quando passeggiamo per questi borghi, sembra di attraversare strade senza tempo, dove la vita non è stata ancora travolta dalla frenesia della modernità. La gente che gioca a carte fuori al bar della piazza, i bambini che corrono per i vicoli e giocano a nascondino, la salumeria, la bottega di ago e filo… Noi, figli della cittadina di provincia urbanizzata e industrializzata a partire dagli anni 70, abbiamo perso questa autenticità e visitare questi borghi, insieme a nostro figlio, è anche un modo per non perdere di vita le tradizioni e la storia di piccoli borghi come Piaggine, che hanno un fascino davvero speciale.

 

Cosa fare nei dintorni di Piaggine

Piaggine può essere un ottimo punto di partenza per visitare alcuni dei luoghi più belli ed incontaminati dell’entroterra cilentano. Noi ve ne segnaliamo alcuni molto belli.

Gole del Calore

A poco meno di 15 km. Un vero paradiso per gli amanti dei canyon scavati nella roccia. Qui potete organizzare un’intera giornata tra trekking, escursione in canoa o pedalò, picnic. Potete anche fermarvi per la notte se avete una tenda e vivere a pieno la natura selvaggia di questo angolo di paradiso.

 

Gole del Sammaro

Ancora più selvagge delle Gole del Calore, questa meraviglia della Natura si trova a circa 9 km da Piaggine. Si trovano sulla strada che collega Sacco a Roscigno vecchia (anch’esse meritano una visita). Qui si arriva dopo aver attraversato il borgo di Sacco, si svolta in una stradina asfaltata che conduce ad un sentiero. Parcheggiate l’auto e iniziate il sentiero (circa 1 km) che vi condurrà fino alle Gole. Il dislivello è di 400 mt e la risalita può risultare un pò faticosa ma il tragitto è di appena 1 km per cui è fattibile con i bambini. Qui non ci sono servizi , quindi portatevi tutto l’occorrente per un pranzo al sacco, acqua e un asciugamano se volete azzardare un bagno nelle acque gelide. Fondamentali le scarpe da trekking

 

Roscigno Vecchia

Proseguendo  dopo Sacco, c’è il borgo fantasma di Roscigno vecchia, diventata nota per il suo unico abitante, Giuseppe Spagnuolo, testimone di ciò che un tempo era questo borgo. Se venite qui, fermatevi a fare due chiacchiere con lui.

 

Dove dormire a Piaggine

Noi abbiamo soggiornato in un piccolo casale in pietra a conduzione familiare, B&B Le Grazie, vicinissimo al borgo di Piaggine. La struttura è a basso impatto ambientale, per questo è ecocertificata. Il B&B offre anche un servizio di colazione (torte e dolci fatti in casa) e potete anche scegliere di mangiare a pranzo o a cena, con prodotti genuini a km 0. Noi ci siamo trovati benissimo, sembra davvero di stare a casa, i gestori sono stati molto gentili ad accoglierci e a farci sentire come se fossimo a casa nostra. Dal giardino del casale, ci si affaccia sulle montagne verdi del Cilento e si gode tutta la tranquillità di questa zona poco conosciuta dal turismo di massa.

B&B Le Grazie
Via Madonna delle Grazie 65
84065 Piaggine

Tel: +39 0974940902

Turismo rurale le grazie.it

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.

Viaggiapiccoli

Questo si chiuderà in 100 secondi