Paleo-lab a Pietraroja, viaggio nella storia a caccia del dinosauro Ciro

paleolab insegna

 

Per i bambini appassionati di storia e di dinosauri una tappa imperdibile è il Paleo-lab, il museo interattivo di Pietraroja, in provincia di Benevento. Qui potranno salire su un ascensore geologico e vedere dove è stato ritrovato il fossile di Ciro, il primo fossile di dinosauro con parte degli organi interni ben visibili.

Noi abbiamo fatto una gita a Cusano Mutri, uno dei più bei borghi d’Italia e nel pomeriggio organizzato una visita al museo dei dinosauri di Benevento.

Come nasce il Paleo-lab a Pietraroja

Il Paleo-lab è il museo laboratorio del Parco Geopaleontologico di Pietraroja. È  stato inaugurato nel 2005 e l’allestimento è stato curato da Piero Angela. Quindici anni fa era modernissimo. Oggi è un po’ vintage (non è mai stato rinnovato), ma rimane un piccolo museo interessantissimo.

paleo lab bambini

 

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, a Pietraroja sono stati rinvenuti numerosi fossili. Dagli studi condotti, si può affermare che, oltre 110 milioni di anni fa, Pietraroja, non si trovava nei monti, ma nel bel mezzo di una laguna, popolata da pesci, rettili, anfibi, in un ecosistema tropicale.
Dove oggi c’è la roccia calcarea della “Civita”, in un tempo lontanissimo c’era uno specchio d’acqua salmastro, dove si depositavano preziosi ittioli e resti di flora.

 

PAleo Lab

 

Questi resti organici, rapidamente ricoperti dal fango calcareo, nel corso di un processo durato milioni di anni, si sono trasformati in fossili. Il particolare tipo di rocce di Pietraroja fa ritenere che la Laguna, circondata da terre emerse, doveva essere un bacino riparato e poco profondo, co nacque calme e carenti di ossigeno: ciò impediva i processi di decomposizione degli organismi morti e, per fortuna degli scienziati, consentiva la loro quasi perfetta conservazione.

 

Ciro, il primo  primo  fossile dinosauro con gli organi interni visibili

Dinosauro Ciro

 

Al Paleo-Lab potete anche incontrare lo Scipionyx Samniticus: il fossile di un cucciolo di dinosauro, il primo rinvenuto in Italia. Fu riportato alla Luce nel 1979 da Giovanni Todesco e riconosciuto come dinosauro dal dottor Giorgio Teruzzi, paleontologo del museo Civico di Storia Naturale di Milano. Il nome è difficile e altisonante, ma il dinosauro è tra i più piccoli, dalla punta del naso all’estremità della coda era lungo poche decine di centimetri. Per tutti è famoso come “Ciro”, per le sue piccole dimensioni e per la provenienza campana .

Ciro è arrivato fino a noi dal periodo del Cretaceo inferiore, circa 110 milioni di anni fa e costituisce un caso senza precedenti tra i fossili di dinosauro, in quanto presenta ancora ben visibili parti di organi interni.

Ciro è stato trovato a Petraroja, ma i neusto museo oggi c’è una copia, così come nel bellissimo museo di Paleontologia di Napoli, l’originale è custodito dalla Soprintendenza Archeologica di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta.

Il percorso del Paleo-lab di Petraroja

Il viaggio nel Paleo-Lab ha inizio con l’ascensore geologico: una sorta di “teletrasporto” grazie al quale bambini e genitori possono ripercorrere a ritroso in pochi minuti le ere geologiche.

La visita poi continua tra exhibit, scenografie, filmati e un acquario interattivo ricostruiscono le antiche condizioni dell’area.

paelolab papà e bambini

Tre exhibit interattivi illustrano i principali meccanismi della terra: dalla tettonica a placche, alla deriva dei continenti, fino alla distruzione dei vulcani e dei terremoti sulla superficie terrestre.

paleolab bambina

E poi c’è il Campo scavi dove i bambini possono capire l’attività di ricerca e il modello dell’albero dell’evoluzione mostra loro le principali comparse ed estinzioni degli esseri viventi.

Paleolab pietraroja

Noi non l’abbiamo vista ma c’è anche una sala proiezioni in cui viene proiettato un filmato 3D sulla storia della terra.

Al Paelo-Lab si possono effettuare anche laboratori.

 

Il giacimento fossilifero di Petraroja

Adiacente al Paleolab c’è il famoso giacimento fossilifero di Pietraroja, un vero “museo a cielo aperto”, dove è possibile scoprire la storia della nascita dell’Appennino italiano.

 

Mini esposizione di gadget al Paleo-lab a Pietraroja

All’uscita del Paleo-lab a Pietraroja c’è anche una vetrinetta con piccoli gadget. Noi con tre euro ci siamo portati a casa un calco di gesso di Ciro, da veri paleontologi

 

  • Informazioni e prenotazioni: 0824868253, Gabriele Iannicola, 3283187994, Vittorio Solla 3276212772
  •  Comune di Pietraroja

 

E per i bimbi appassionati di dinosauri in Campania è imperdibile la visita all’ Oasi degli Astroni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X