Gita all’Oasi di Morigerati con i bambini: paradiso del Wwf

bambino oasi di morigerati

Cilento, terra sempre affascinante e ricca di tesori da scoprire, come ad esempio le Grotte del Bussento, l’oasi  dei Morigerati, che rappresentano uno straordinario esempio di natura nella sua purezza più assoluta. Qui si entra a contatto con la natura fluviale del luogo e con la storia di chi andava a macinare il grano al Mulino dell’Oasi, un viaggio meraviglioso….

L’ Oasi di Morigerati, presidio Wwf

Creata nel 1985 per volere del Wwf Italia, l’oasi che ricopre un’estensione di 607 ettari, è anche nella lista mondiale dei Geoparchi : è uno dei geositi principali per il rilevante fenomeno carsico. Oggi l’oasi è inserita in un progetto di conservazione a lungo termine ideato per difendere il territorio naturale e la biodiversità.

L’Oasi si può visitare percorrendo una stradina che parte dal centro storico di Morigerati, piccolo comune cilentano che vanta un grande onore: è infatti, l’unico comune della provincia salernitana ad essere premiato dal Touring Club Italiano con la Bandiera Arancione.

oasi di morigerati

Un piccolo borgo d’eccellenza, fatto a misura d’uomo, dove cultura, storia ed accoglienza turistica sono alla base dell’esperienza che si vivrà in visita a questo luogo speciale.

Una volta acquistato il biglietto al centro visite WWF,  viene fornita una mappa dell’area dei vari sentieri da percorrere, a questo punto non ci resta che incamminarci …. Si parte

Il sentiero dell’Oasi di Morigerati e le fontane

Il sentiero delle Grotte del Bussento è un percorso non molto impegnativo, eccezion fatta nelle ore centrali del periodo estivo. Si tratta di un percorso di 3 chilometri totali tra andata e ritorno con un dislivello di 130 metri ed il sentiero è percorribile in circa 30 minuti, escluse le soste. Lungo il percorso, nel tratto iniziale troviamo ben 4 fontane che invitano a fare rifornimento soprattutto in vista della risalita, (L’ACQUA DEL FIUME NON E’ POTABILE) e qui si trova un’antica mullattiera in pietra, in parte scavata nella roccia, da cui si ammirano vasti paesaggi montuosi.

La Grotta del Bussento

Seguendo il sentiero si giunge come prima tappa, attraverso un percorso pedonale ben indicato, protetto e non particolarmente faticoso, alla Grotta della Risorgenza: costituita da una sola grande camera, ampia ed illuminata naturalmente, è accessibile fino al ponte sotto il quale scorre il fiume Bussento. Si tratta dell’unico fiume d’Italia con un tragitto sotterraneo così lungo, iniziato nei pressi del vicino borgo di Caselle in Pittari, dove sparisce in un gigantesco inghiottitoio.oasi di morigerati

Qui il Bussento risorge con violenza da un sifone (una galleria sommersa) e acquista vorticosa velocità tra le pareti ravvicinate della grotta, sulla volta invece ci sono grandissime concentrazioni caliche e bianche colate cristalline. Un tratto di Grotta è stato chiuso al pubblico per preservare una rara specie di pipistrelli presenti.

La grotta di Morigerati è un vero e proprio tempio in cui si venerano la potenza e la bellezza della natura.

Lasciando la grotta alle spalle si raggiunge l’altra bellissima tappa del sentiero natura, la stazione del muschio, la più importante del Sud Italia, che si raggiunge costeggiando sorgenti, cascate, rapide e pozze.

Salici e ontani ricoperti di folto muschio regalano un paesaggio onirico che si ammira in doveroso silenzio, tra i profumi delle felci e cortecce, in un microclima nettamente più fresco rispetto a quello delle zone precedenti.

Una volta risaliti dall’area dei muschi si raggiunge l’Antico Mulino.

Il mulino nell’Oasi di Morigerati

Questo antico mulino ad acqua a ruota orizzontale risalente alla fine del 1700 è rimasto funzionante fino agli anni ’60, dove gli abitanti di Morigerati venivano a macinare il proprio grano. Non è un caso che da queste parti, a Caselle in Pittari per la precisione, si tiene il Palio del Grano, uno degli eventi più suggestivi del territorio bussentino. Salendo lungo il breve percorso sulla sinistra del Mulino è possibile vedere la sorgente (150 lt al secondo) che dà origine alla cascata.

Presso il mulino è possibile anche fermarsi, fare il bagno nel fiume, proprio dove, un tempo, le massaie lavavano i panni.

 

Flora e Fauna nell’Oasi Wwf di Morigerati

L’Oasi di Morigerati è un vero e proprio erbario naturale, che vanta la presenza di 23 specie di alberi, 49 di arbusti e suffrutici, 231 di erbacee e 27 tipi di orchidee selvatiche.

Il fiume Bussento ospita una ricca fauna di invertebrati, anfibi come la sala mandrina dagli occhiali o la rana verde, rettili e crostacei come il gambero di fiume, oltre che un’abbondanza di trote. Nelle zone dove l’acqua è più veloce è molto frequente incontrare il merlo acquaiolo, mentre nei punti in cui l’acqua e bassa si trova anche il martin pescatore.

A fare da padrone ai numerosi corsi d’acqua del fiume è la popolazione delle lontre, una delle più ricche d’Italia.

 

SSSHHHH…..Noi abbiamo visto un serpente”

 

UNA MAESTOSA GROTTA DA CUI SORGE UN FIUME IMPETUOSO.

UNA FORRA INCANTATA CON GLI ALBERI NASCOSTI DAL MUSCHIO.

UN MULINO DA FIABA CHE RACCONTA SAGGEZZA.

L’OASI WWF DI MORIGERATI E’ UN TRIPUDIO DI BELLEZZA, UNO DEI TESORI PIU’ AMBITI DEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, DEGLI ALBURNI E DELLA VALLO DI DIANO

 

Vi consiglio scarpe adatte ad una passeggiata nei boschi, no passeggini ma si bimbi nel marsupio

 

 

Contatti e Orari dell’Oasi di Morigerati

Centro Visite a Morigerati: orari di apertura 10.00 – 17.00
marzo – aprile: aperta tutti i weekend e i giorni festivi
maggio – metà ottobre: aperta tutti i giorni
metà ottobre – novembre: apertura tutti i weekend e i giorni festivi
dicembre – marzo: solo su prenotazione
L’oasi può essere visitata tutto l’anno (tempo permettendo) su prenotazione.
L’Oasi rimane chiusa nei giorni di pioggia.
Si effettuano visite guidate in italiano, inglese e tedesco.
Centro Visite 0974 982327 – 333 6959 991
Per visite in lingua inglese o tedesca +39 329 2795298

Ingresso Oasi
Piazza Piano della Porta 17
84030 Morigerati (Sa)

E-mail: grottebussento@wwf.it

Facebook: https://www.facebook.com/oasiwwf.grottedelbussento

 

Informazioni

Costo ingresso:
– da 0 a 6 anni: ingresso gratuito
– da 7 a 12 anni: € 3  (per visita guidata + 3€)
– da 13 anni in su: € 5 (per visita guidata + 3€)

Percorso:
– lunghezza totale circa 3 km A/R
– dislivello 130m
– pendenza del sentiero varia, max 14%

Informazioni e prenotazioni:
tel. 0974 982327- 333 6959991

Come arrivare all’Oasi wwf di Morigerati

Morigerati si trova in Campania (prov. Salerno). Dall’autostrada A3 (Salerno-Reggio Calabria) uscita Buonabitacolo, poi proseguire sulla ss Bussentina in direzione Sanza fino a Caselle in Pittari. Per chi viene dalla costa, la ss Bussentina si imbocca dalla ss Tirrenica Inferiore (la Acropoli-Sapri) all’altezza di Torre Orsaia

Cosa vedere nei dintorni dell’Oasi di Morigerati

L’assoc. Culturale AUSS può organizzare laboratori specifici legati al territorio, durante il corso dell’anno; inoltre organizza escursioni con riconoscimento-raccolta di erbe spontanee e loro trasformazione; e attività di vario genere legate al territorio (corsi di cucina, di storia dell’arte, degustazini) anche nei paesi e località limitrofe.
Nel Fiume Bussento è possibile praticare il torrentismo, attraverso l’assiciazione GET.

Nel centro di Morigerati c’è un museo etnografico che racconta la vita contadino della Valle del Bussento con oltre 3mila oggetti raccolti a partire dagli anni Sessanta.

Parco Nazionale del Cilento, Area archeologica di Velia (a 1 h e 20 min); Area Archelogica di Paestum (a 1h e 30 min); Certosa di San Lorenzo a Padula (a 30 min); Valle delle Orchidee a Sassano (a 25 min); grotte dell’Angelo a Pertosa (1h e 15 min); monte Cervati a 20 min. (1.989 m) e monte Bulgheria a 30 min (1.200 Il Golfo di Policastro (Maraea Sapri, Villammare, Policastro Bussentino, Scario fino a punta Infreschi) e poi Marina di Camerota e Capo Palinuro: uno dei tratti di costa più spettacolari d’Italia

Il monte Bulgheria: si sale da San Giovanni a Piero (visitate il cenobio brasiliano) e Bosco (visitate la casa e il museo del pittore Ortega)

Il monte Cervati: il massiccio più alto della Campania, una delle rare aree di wilderness con lupi, cervi, lepre italica, gatto selvatico, e altri spettacolari fenomeni carsici (inghiottitoio di Vallivona).

L’area archeologica di Elea/Velia (sulla costa, comune di Ascea) e di Paestum (comune di Capaccio)

La Certosa di San Lorenzo a Padula

Le Grotte dell’Angelo a Pertosa

La valle delle Orchidee di Sassanom) con varie possibilità di fare trekking con le guide del Parco Nazionale Mangiare, dormire

Dove dormire a Morigerati

Per dormire a Morigerati (e la sua frazione Sicilì) ci sono le strutture del Paeseambiente, ovvero affittacamere, un agriturismo, un hotel, vari appartamenti e casali in campagna con un unico centro di prenotazioni sul sito Paeseambiente.com e 4 ristoranti convenzionati.

Per informazioni chiamare il nr. 329.2795298

Dove mangiare a Morigerati

Per mangiare segnaliamo i ristoranti:

A Morigerati:  OSTERIA DEI COMPARI Osteria, pizzeria con forno a legna e bar situata nei pressi del Museo etnografico di Morigerati.

A Sicilì: Locanda Il Salice Accogliente locanda con cucina tipica secondo antiche ricette tradizionali vicino Sicilì di Morigerati.

A Caselle in Pittari: OSTERIA TANCREDI

2 Replies to “Gita all’Oasi di Morigerati con i bambini: paradiso del Wwf”

  1. Domenico says: 9 Giugno 2021 at 09:31

    Il sito paeseambiente.com non esiste, evidentemente hanno fatto scadere il dominio… 🤷‍♂️

    1. viaggiapiccoli says: 9 Giugno 2021 at 14:57

      Grazie della segnalazione, abbiamo lasciato solo il numero di telefono

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X