Napoli: fumetti, cartoni, videogiochi. L’insolita guida

Napoli ha mille anime. E noi vogliamo proporvi un’insolita guida della città, a misura di bambino: “Napoli: fumetti, cartoni, videogiochi”. Scoprirete una Napoli mai vista.
Questa volta i luoghi caratteristici della città si trasformano in un disegno, animato e in avventure impossibili. E sì, continuando a leggere troverete videogiochi ambientati a Napoli, ma anche cartoni animati con i personaggi preferiti dai bambini, come Tom e Jerry, e fumetti tanto apprezzati anche dagli adulti. Non vi resta che iniziare a viaggiare con la fantasia.

Napoli nei videogiochi

Il videogioco del MANN: Father and Son

Per la prima volta un museo realizza un videogioco gratuito: “Father and Son”. Si tratta del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. I protagonisti sono padre e figlio che esplorano le bellezze di Napoli e del museo che l’ha ideato. Dove lo trovate? È disponibile gratuitamente su App Store e Google Play. La versione in napoletano è stata curata dall’avvocato Vincenzo De Falco e da alcune scuole napoletane.

Clicca qui per scaricare il gioco

Napoli nei fumetti

Le storie di Topolino ambientate a Napoli

Parlando di fumetti e di Napoli con i bambini era inevitabile una citazione ai classici di Topolino. Sono tante le storie che hanno come sfondo le meraviglie archeologiche partenopee o i simboli della città come la pizza e Pulcinella. Ci sono anche veri e propri personaggi ispirati ad attrici, come Amelia che ha le fattezze di Sophia Loren o il corvo Gennarino, il cui nome deriva dal patrono di Napoli, San Gennaro.

Per conoscerle tutte cliccate qui

amelia- la strega di topolino

Cartoni per bambini ambientati a Napoli

Totò Sapore e la magica storia della pizza

Realizzato dalla Lanterna Magica, questo film d’animazione è ambientato nel ‘700 a Napoli e ha come protagonista Totò Sapore, un aspirante chef. Abile cantastorie, con la sua allegria Totò contagia i napoletani negli anni della miseria. Dovrà però vedersela con la Strega Vesuvia, padrona delle pentole magiche, che odia l’allegria dei napoletani e soprattutto quella di Totò Sapore. Sentirete le voci di Lello Arena e Mario Merola e le canzoni dei fratelli Bennato.

Opopomoz

Il tema è il Natale in una simpatica famiglia napoletana che la notte del 25 dicembre festeggia due importanti nascite: Gesù e il loro secondogenito. Rocco è geloso dell’arrivo del fratellino e cede ad una proposta fatta da tre diavoletti. Il regista è Enzo D’Alò ed è stato distribuito dalla Mikado Film. La colonna sonora è firmata dal grande Pino Daniele e altri artisti come i Neri per Caso. Le voci sono di Peppe Barra, Silvio Orlando, Oreste Lionello, Vincenzo Salemme, Tonino Accolla e John Turturro.

Il piccolo Sansereno e il mistero dell’uovo di Virgilio

La vicenda de “Il Piccolo Sansereno e il Mistero dell’Uovo di Virgilio”, immaginata da Nicola Barile, unisce storia e leggenda, tratti tipici della città di Napoli. Il cartone, realizzato con la grafica 3D di 26 minuti, è andato in onda su Rai Due e racconta la storia, ambientata nel 1700, di Edoardo Maria Gastone di Vivara (Edo per gli amici), quindicesimo principe di Sansereno. Durante un sogno premonitore la sirenetta Partenope avvisa il Principe che la città incorre in un grave pericolo e gli consegna una mappa che indica l’ubicazione di un oggetto magico. Nicola Barile, scrittore e sceneggiatore partenopeo, ha ripreso il personaggio dai suoi romanzi (Gli scheletri nell’armadio; Fantasmagorico pitagorico; All’ombra delle due torri; Il mistero del fuoco eterno; Brividi nel giardino stregato).

I Simpson

La famiglia dei Simpson diverte grandi e piccini. Creati dal fumettista Matt Groening nel 1987, negli anni hanno rappresentato lo stile di vita dell’americano medio. Durante la 17° stagione sono passati anche in Campania, nell’ottava puntata intitolata “Il Bob italiano”. Montgomery Burns ordina una “Lamborgotti Spidirossa” che dovrà essere ritirata in fabbrica da Homer.
I Simpson arrivano così in Italia e dopo aver ritirato l’auto si concedono una vacanza partendo dagli Scavi di Pompei, dove ovviamente sarà Lisa a fare da cicerone.

Tom & Jerry

Un altro classico intramontabile è sicuramente “Tom e Jerry”, la serie diretta da William Hanna e Joseph Barbera. Si tratta dell’86° cortometraggio intitolato “Topo napoletano”. La storia parte con una panoramica sul Golfo di Napoli che accompagna l’arrivo della nave da cui scenderanno Tom e Jerry. I due, non appena mettono piede al porto, iniziano a rincorrersi come sempre. Saranno fermati da un topolino partenopeo che li riconosce e si offre di fare da cicerone tra le bellezze della città: Posillipo, Nisida, i vicoli del centro e la fontana della Villa Comunale.

Vuoi vedere “Il topo napoletano”? clicca qui

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X