Le stazioni dell’arte di Napoli spiegate ai bambini

stazione toledo napoli

Tutti usiamo la metropolitana per spostarci ed evitare il traffico, ma se queste stazioni diventano veri e propri musei, il viaggio diventa scoperta. Lo sapete che a Napoli si può fare un viaggio sotto terra alla scoperta dell’arte? E sulla pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli inizia un tour virtuale alla scoperta delle stazioni dell’arte di Napoli spiegate ai bambini.

L’iniziativa rientra in #NONFERMIAMOLACULTURA_KIDS: leggi qui il programma completo.

 

Le stazioni dell’arte di Napoli spiegate ai bambini

Uno degli appuntamenti più belli di #NONFERMIAMOLACULTURA_KIDS è quello dedicato alle stazioni dell’arte spiegate ai bambini: 15 puntate a cura di Sarah Galmuzzi, storica dell’arte contemporanea e mamma, che, rigorosamente in ordine cronologico, porta avanti una piccola grande battaglia di democratizzazione dell’arte e dell’educazione alla bellezza. Perché aspettarsi che qualcuno apprezzi, capisca, o semplicemente accolga ciò che non conosce? Di qui l’idea di realizzare questi brevi video, un’opportunità di viaggiare stando fermi, l’occasione di tirare un po’ di bellezza fuori dal cassetto.

Le stazioni dell’arte di Napoli spiegate ai bambini, ecco il programma:

sabato 28 marzo ore 11.00: Garibaldi

lunedì 30 marzo ore 11.00:  Municipio

mercoledì 1° aprile ore 11.00: Università

venerdì 3 aprile ore 11.00: Toledo

domenica 5 aprile ore 11.00: Montecalvario

martedì 7 aprile ore 11.00:  Dante 1 (Kosuth, Kounellis)

– giovedì 9 aprile ore 11.00: Dante 2 (Alfano, De Maria)

sabato 11 aprile ore 11.00:  Museo 1 (Stazione)

– lunedì 13 aprile ore 11.00: Museo 2 (Corridoio di collegamento)

– mercoledì 15 aprile ore 11.00: Materdei

– venerdì 17 aprile ore 11.00: Salvator Rosa 1 (Gli esterni)

– domenica 19 aprile ore 11.00: Salvator Rosa 2 (La stazione)

– martedì 21 aprile ore 11.00: Quattro Giornate

giovedì 23 aprile ore 11.00: Vanvitelli

sabato 25 aprile ore 11.00: Rione Alto

 

Tutte le visite le trovate in streaming sulla pagina Facebook dell’Assessorato alla cultura di Napoli.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

X