Cerca

In gita tra i monti e i parchi della Campania con i bambini

fiume grassano

La natura per i bambini è come un grande parco giochi dove correre, rotolarsi tra le foglie e portare con sé tutti quei giochi che in casa non sono ammessi. Per chi vive in una città caotica e durante la settimana ha un’agenda fitta di appuntamenti trascorrere un fine settimana, ma anche un’intera giornata, immerso nel silenzio della natura diventa un momento indispensabile per ricaricarsi. Ecco una guida dei monti della Campania con i bambini tra natura, animali e giochi.

In Campania c’è tanto verde e, oltre ai parchi per bambini a Napoli che difendono il loro spazio tra i palazzi in città, ci sono dei monti limitrofi che offrono tanto verde è un’assenza quasi totale di cemento. Tra alberi secolari, fiumi, laghi e uccelli la mente inizia sin da subito a rilassarsi e vi sentirete pronti per assecondare i bambini nei loro giochi che richiedono un perenne movimento! Siete pronti per una gita tra i monti della Campania con i bambini? Non dimenticate di portare la colazione al sacco che un picnic ci sta sempre!

In questo articolo sui monti della Campania con i bambini troverai

1.Il parco del Grassano
2.Il parco del Matese
3.Il parco del Partenio
4.Monte Terminio
5.Monte Faito
6.Parco Nazionale del Vesuvio

Parco del Grassano

Parco del grassano

La prima tappa la facciamo a San Salvatore Telesino, nel Beneventano, per visitare un parco di 120 mila mq: il parco del Grassano. Il nome deriva dal fiume che scorre al suo interno, il Rio Grassano che è parte di una delle attività del posto: il giro in canoa. Un polmone verde che, per chi non lo conoscesse, vi sorprenderà! I bambini si divertiranno con le tante attività da fare all’area aperta e per i grandi ci sono tanti comfort per trascorrere un’intera giornata in totale relax.

L’accesso al parco è gratuito per tutti ma se volete rendere davvero speciale la giornata vi consigliamo di pagare per accedere all’area picnic in cui è possibile consumare il cibo.

Il parco è molto curato e per questo ci sono delle regole precise per rispettare la flora e la fauna del posto. C’è anche un ristorante immerso nella natura e per la prenotazione è possibile fare tutto online. Al parco è possibile portare anche i nostri amici a quattro zampe, con guinzaglio e paletta. 

Informazioni utili per il Parco del Grassano:

  • l’accesso al parco è sempre gratuito 
  • le aree picnic sono a pagamento e sono le uniche aree in cui è possibile consumare cibo e bevande. Va prenotato on line il proprio tavolo o gazebo.
  • nei giorni festivi l’accesso al parco, qualora si è sprovvisti di prenotazione, è consentito solo dopo le 14:30.
  • orari d’accesso:
    • dal martedì alla domenica dalle 9:30 fino alle 23:30.
    • il giovedì orario di chiusura 3:00 AM.
    • il mese di agosto aperti anche il lunedì.
  • orari d’accesso all’area picnic:
    • dal martedì alla domenica dalle 9:30 fino alle 18:30.
    • Picnic serale: dal martedì alla domenica dalle 18:30 alle 23:30 (ad esclusione del giovedì).
    • il mese di agosto aperti anche il lunedì.
  • contatti:
    • telefono 3356062115
    • email info@parcodelgrassano.it
    • info e prenotazioni: dal Martedì al Venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00.
  • il sito del Parco del Grassano 
  • Pagina Facebook

Parco del Matese

Parco del Matese

Per i bambini è il luogo ideale dove vedere uccelli come l’aquila reale, pesci come il ramarro ed esplorare le grotte (ricordate però di portare una felpa perchè lì la temperatura scende).

In provincia di Caserta, il Parco del Matese fa parte della catena montuosa che attraversa il Molise e la Campania. Conosciuto da escursionisti e sportivi che amano le attività all’aperto, il parco non è solo natura ma custodisce anche reperti storici e musei che raccolgono le testimonianze del luogo. Dal monte del Matese sgorgano sorgenti che alimentano i paesi limitrofi e che, nel tempo, hanno creato gole e canyon che affascineranno grandi e piccini. Nella Gola di Caccaviola, ad esempio, indossando casco e imbraco, ci si può lanciare in tutta sicurezza in un’affascinante avventura. Sono bellissimi anche i laghi del Matese sulle cui sponde potrete ammirare il falco pellegrino, l’airone mentre nelle acque nuotano pesci come la trota e il tritolo. Se volete vedere il gufo reale dovrete addentrarvi nel bosco dove regna incontrastata anche l’aquila reale! Consigliata anche la passeggiata a cavallo attraverso boschi e radure! Il Matese offre divertimento tutto l’anno, anche quando la neve lo imbianca e diventa perfetto per sci e snowboard.

Nell’area del Matese potrete visitare: il Museo Civico della Ceramica Cerretese; il Paleolab di Pietraroja; il Museo Civico del Territorio di Cusano Mutri; il Museo Archeologico dell’antica Allifae; il Museo Civico Alifano; Ecomuseo dell’Alto Casertano; Museo Civico “G. Filangieri”. 

Informazioni utili sul Parco del Matese:

  • accesso gratuito
  • indirizzo: Piazza della Vittoria, 31 – 81016 San Potito Sannitico (CE)
  • telefono:0823/786942
  • Il sito del Parco del Matese

Parco del Partenio

Il parco regionale si trova all’interno della catena montuosa del Partenio che ha un’estensione tale da includere ben 22 comuni tra Avellino e Benevento.

Quasi interamente coperto da boschi, al suo interno custodisce castagneti e faggeti le cui chiome offrono un habitat perfetto per più di 70 specie di varietà di uccelli: se siete attenti osservatori potrete vedere il Merlo, la Cinciallegra, il Fringuello, il Cardellino, la Gazza, la Cornacchia grigia, la Civetta, il Picchio rosso maggiore ma anche il falco Pellegrino dotato di una velocità straordinaria che utilizza per catturare, in picchiata, le prede.

Più difficili da vedere perché si muovono di notte sono i mammiferi come il lupo e la volpe, ma per soddisfare la curiosità dei più piccoli sul sito troverete dei simpatici video animati che mostrano le bellezze del parco tra flora e fauna. Grazie alla sua estensione racchiude anche tanti siti d’interesse storico come castelli, chiese e musei, tra cui il Museo Abbaziale di Montevergine.

Il parco del Partenio ha creato un video perfetto per far scoprire uno dei monti più belli della Campania ai bambini

Informazioni utili sul Parco del Partenio:

  • accesso gratuito
  • tel: (+39) 0825 69 11 66 
  • mail: amministrazione@parcopartenio.it – parcopartenio@pec.it
  • il sito del Parco del Partenio 

Monti della Campania con i bambini: il Monte Terminio

Tra i monti della Campania con i bambini ci sono delle aree particolarmente attrezzate per le famiglie soprattutto lungo la strada che porta al Monte Terminio, una delle vette più alte dei monti Picentini nell’Appennino campano. La flora e la fauna che incontrerete salendo è molto simile ai parchi precedentemente descritti e, nel verde, il relax è assicurato. Lungo la strada ci sono varie aree pic-nic, gratuite e a pagamento, ma con bambini piccoli a seguito può essere più comodo un parco attrezzato.

Ecco tre parchi per bambini più conosciuti e frequentati del Terminio

Cerrus “Il Parco della Quercia”

Il Cerrus si trova nell’area protetta del Parco dei Monti Picentini, nel Comune di Serino (provincia di Avellino). Il parco è curato e offre un’area pic-nic con tutti i comfort: gazebi per proteggersi dal sole sufficientemente distanziati per la privacy familiare; tavolo da 8 fino a 16 persone con braciere personale;  legnetti accendifuoco ecologici. Per i bambini c’è un’area gioco e diversi campi per divertirsi a calcetto, pallavolo, basket. Nel frattempo i genitori potranno noleggiare delle comode amache per godersi il relax a contatto con la natura.

Informazioni utili sul Parco della Quercia: 

  • la direzione del parco non accetta prenotazioni
  • il costo per un’auto (con un massimo di 5 persone a bordo auto) è di:
    • festività’ nazionali euro 15,00 
    • festivi domenicali e giorni feriali euro 12,00
  • e include: busta immondizia – parcheggio – tavolo con braciere personale – legnetti accendifuoco ecologici – bagni -giochi per bambini – calcetto – pallavolo – basket
  • Pagina Facebook 

Parco Fiume Sabato

Il parco alle pendici del monte Terminio, come suggerisce il nome, ha la particolarità di esser circondato dal fiume Sabato. La natura anche in questo caso è protagonista e, con la flora e la fauna, attira i bambini e rilassa gli adulti.

Il parco si raggiunge facilmente con l’auto e l’area dedicata al parcheggio custodito ha una capienza di circa 100 posti auto. Se volete fermarvi per un’intera giornata troverete anche qui un’area pic-nic ben attrezzata, con gazebi coperti, barbecue e tavoli sufficientemente distanti da tutelare la privacy familiare.

Per i piccoli inoltre c’è un’intera area dedicata con scivoli e giostrine ma anche campi da pallavolo e calcio. Nei dintorni del parco c’è l’area archeologica della “Civita Ogliara” dove potrete ammirare i resti dell’antica città. 

Informazioni utili sul Parco Fiume Sabato:

  • telefono 339 6885063
  • indirizzo SP138, 83028 Serino AV

L’agriturismo “La Tana del Ghiro”

parco la tana del giro

La tana del ghiro non è un parco attrezzato ma un agriturismo che dedica ampi spazi ai bambini. Sempre ai piedi del monte Terminio, e poco distante dal fiume Sabato, troverete quest’oasi di pace dove, se avete bisogno di rigenerarvi a fondo, potrete anche decidere di soggiornare. Inoltre potrete gustare i sapori e le specialità del luogo nel ristorante dell’agriturismo ma anche portarvi la colazione al sacco per mangiare nell’area pic-nic con tavoli coperti, barbecue e legna pronta da ardere. Oltre al parco giochi per i bambini la vera particolarità del posto è la fattoria didattica con visite guidate ai diversi percorsi tematici: la lavorazione del latte e dei suoi derivati, il frutteto e la lavorazione delle castagne nel periodo autunnale. 

Informazioni sull’agriturismo “La Tana del Ghiro”

  • Orario:
    • apertura: 7.00 – Chiusura: 20.30 
    • aperti tutto l’anno il sabato, la domenica e tutti i giorni festivi.
    • giugno, luglio, agosto: aperti tutti i giorni.
  • Pagina Facebook

Monti della Campania con i bambini: il Monte Faito 

Monte faito

Un altro dei monti della Campania adatto ai bambini e molto gettonato dagli abitanti della Penisola Sorrentina è quello del Faito, parte della catena montuosa dei monti Lattari. Il verde circonda le località turistiche di Ravello, Amalfi e Positano e si affaccia sul mare di Napoli e di Sorrento. L’esperienza più bella da vivere anche con i bambini è prendere la funivia che parte dalla stazione Circumvesuviana di Castellammare di Stabia.

Altrimenti, se preferite raggiungere il Monte Faito in auto, sempre uscendo a Castellammare di Stabia potete seguire la strada per Gragnano/Agerola/Amalfi che in alcuni tratti vi regalerà un panorama suggestivo a picco sul mare.

Arrivati al piazzale si potranno imboccare vari sentieri, il più agevole è il “sentiero dell’Angelo” che dal Piazzale porta fino al Monastero di San Michele. Se cercate un posto fresco in cui far divertire i bambini lontano dalle caos della Penisola Sorrentina vi consigliamo il Centro Faito, attrezzato con una grande piscina e dove si può giocare a tennis, calcetto e ping – pong.

Informazioni utili sul Monte Faito:

    • Il sito del Monte Faito
    • In auto: 
      • a Castellammare di Stabia, prendere la funivia e iniziare l’escursione dalla stazione superiore; 
      • a Castellammare, imboccare la statale n. 145 Sorrentina, uscire a Vico Equense e seguire le indicazioni per Monte Faito, arrivando al Villaggio Faito (16 km) o direttamente al piazzale di cava (ulteriori 4 km).
    • Con i mezzi pubblici: Castellammare di Stabia è facilmente raggiungibile in treno o autobus; da qui si prende la funivia del Faito (chiusa in inverno), che arriva in quota in 8 minuti.
    • Pagina Facebook del Centro sportivo Faito

Parco Nazionale del Vesuvio

parco nazionale del vesuvio

Una bellissima passeggiata, da fare con i bambini, è quella che attraversa il Parco Nazionale del Vesuvio. Un’oasi ricca di storia e tradizioni oltre alle bellezze naturali e a panorami mozzafiato. Sono ben 11 i sentieri da percorrere per visitare il parco ma quello più adatto ai bambini è decisamente il sentiero 9: Il Fiume di Lava. Un breve itinerario che ripercorre una delle colate laviche del Vesuvio. Si parte dall’Osservatorio Vesuviano e si procede lungo il tracciato tra il verde del bosco di latifoglie fino ad arrivare ad uno slargo in cui troverete un pozzo, risalente all’età borbonica, per la raccolta dell’acqua piovana. Il percorso continua tra i colori della macchia mediterranea fino al “fiume di lava” dove potrete ammirare il golfo di Napoli con le sue isole. Si ritorna ripercorrendo la strada nel senso inverso fino all’Osservatorio.

Informazioni utili sul Parco Nazionale del Vesuvio:

  • indirizzo: Via Palazzo del Principe 80044 , Ottaviano – (NA) Italia
  • Tel:   +39 0818653911
  • Sito web
  • Pagina Facebook

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*