Cerca

Cosa vedere a Vietri sul mare: passeggiata con i bambini

Piccola perla della costiera amalfitana, Vietri sul mare è una delle mete estive più ricercate in Campania. E’ conosciuta in tutto il mondo per le sue maioliche e le sue ceramiche decorate a mano da artigiani che si tramandano di generazione in generazione l’arte del decoro su ceramica. Oggi vi portiamo alla scoperta di questo borgo dichiarato patrimonio dell’Unesco dal 1997 e lo faremo in una fresca mattina d’inverno, dall’aria frizzantina, che però ci ha permesso di visitarlo con i bambini e di godere di una giornata al mare in inverno, senza l’affollamento della stagione estiva che rende molto complicato venire da queste parti, nonostante abitiamo in Campania.

barca bambino

 

La costiera amalfitana può sembrare molto scomoda da visitare con i bambini, anche per noi che abitiamo relativamente vicino. Curve a gomito, parcheggi limitati e, in estate, traffico e affollamento fanno si che ogni volta rimandiamo la nostra passeggiata. Perciò, un sabato mattina di gennaio, decidiamo di andare verso Vietri sul Mare, la prima cittadina che si incontra nella Costiera Amalfitana. Da qui si susseguono tante altre piccole perle, da Cetara a Ravello, da Amalfi a Praiano fino ad arrivare a Positano.

La nostra passeggiata a Vietri non aveva alcun obiettivo preciso; non ci siamo prefissati nessuna visita in particolare. Volevamo semplicemente godere dell’aria di mare e passeggiare senza una meta e scoprire le bellezze di questa città semplicemente camminando tra le sue stradine.

Cosa vedere a Vietri sul mare con i bambini

Passeggiare per il centro storico

Cosa vedere a Vietri sul mare? Cominciamo da una passeggiata parte dal centro storico a Corso Umberto I. Abbiamo parcheggiato senza problemi nel primo parcheggio che si incontra appena si arriva a Vietri (quello con la sbarra, 2€ circa l’ora). Qui anche i parcheggi sono decorati con le ceramiche e in questo in particolare troverete delle simpatiche fioriere a forma di pesce , ognuna di un colore diverso e il tipico ciucciariello di Vietri, diventato simbolo della ceramica vietrese per la sua importanza, un tempo, nel trasporto di prodotti in una terra, come la costiera amalfitana,  difficile da girare tra salite ripide, tornanti e dirupi.

Le botteghe artigianali di Vietri sul mare

Assolutamente da vedere a Vietri sul mare sono le botteghe che vendono ceramiche si susseguono una dopo l’altro e c’è l’imbarazzo della scelta: vasi, piatti, tazzine, oggetti da parete, dai colori tipici delle maioliche vietresi. Il blu del mare, il giallo dei limoni, il turchese delle calette…non potete andare via da Vietri senza aver comprato almeno una tazzina! Tutte le facciate delle botteghe sono decorate con mattonelle coloratissime che riportano il nome della bottega o della famiglia di artigiani, perciò ognuna è diversa dall’altra. Anche i vicoletti del centro pullulano di colori e basterà far aguzzare lo sguardo ai bambini per fare una vera e propria caccia alle mattonelle colorate, che troverete incastonate in tutti i muri e anche a terra, cosi come i contatori idrici ed elettrici dipinti a mano e che raffigurano scene di vita tipiche del popolo mediterraneo.

 

 

La fabbrica di ceramica Solimene: edificio simbolo di Vietri sul mare

Proseguendo verso la fine del centro storico, vi troverete sulla sinistra la fabbrica di ceramica artistica di Solimene e la riconoscete subito per la particolare architettura: da lontano noterete degli enormi coni di cemento armato, con circa 16.000 vasi di ceramica rossi e verdi capovolti e incastonati nella facciata della fabbrica. Fu progettata e realizzata negli anni 50  dall’architetto Paolo Soleri, su incarico della famiglia di ceramisti Solimene e rappresenta uno degli edifici simbolo di Vietri sul mare. Qui vengono prodotti interamente a mano, vasi, stoviglie, pavimenti, rivestimenti nel tipico stile vietrese e vengono esportati in tutto il mondo. E’ possibile entrare per una visita e acquistare i loro prodotti o farveli spedire.

fabbrica solimene ceramica
Fabbrica di ceramica Solimene

La Villa Comunale di Vietri: il parco pubblico dai mille colori

Proseguendo dritto e sempre a piedi, trovate sulla destra la Villa Comunale di Vietri, inaugurata nel 2007. E’ un parco pubblico con un panorama sul golfo di Salerno da togliere il fiato.
La prima impressione che si ha è quella di trovarsi nel Parco Guell di Gaudì a Barcellona. I corrimano sembrano lunghi serpenti la cui pelle è ricoperta di coloratissimi listelli di ceramica vietrese. Nella villa c’è anche un piccolo anfiteatro, sede di eventi e concerti durante il periodo estivo. In questa villa non troverete giostrine o altalene, ma i bambini sanno sempre come divertirsi e, infatti, non hanno perso tempo a rincorrersi e a giocare a nascondino tra i colorati muretti del parco.

 

 

La strada verso Marina di Vietri: una passeggiata panoramica

Avendo parcheggiato l’auto al centro storico, abbiamo deciso di proseguire a piedi per arrivare al mare. E’ bastato chiedere ad un signore del posto come arrivare a Marina di Vetri e si è gentilmente offerto di accompagnarci fin giù.

Una passeggiata che non si dimentica. Da qui, infatti, abbiamo potuto godere di alcuni scorci bellissimi come la spiaggia della Crestarella con l’omonima torre di avvistamento, risalente al XVI secolo, che oggi è diventata una location per matrimoni e gli scogli dei Due Fratelli, due spuntoni di roccia quasi identici che spuntano dal mare.

I due fratelli: gli scogli simbolo di Vietri sul mare

Su questi due scogli ci sono diverse leggende per raccontare la storia del loro comparsa nel mare: una di queste narra la storia di due fratelli pastori che tentarono invano di salvare una fanciulla che nuotava nel mare improvvisamente diventato agitato. Nè i pastori, nè le pecore riuscirono a salvarsi e il Re Poseidone trasformò i due pastori in due scogli e le pecore in scogli più piccoli.

La spiaggia di Marina di Vietri

D’estate la troverete piena di lidi, ma d’inverno invece potrete godervela in totale libertà, come abbiamo fatto noi.
La giornata di sole ci ha permesso di stare in spiaggia senza problemi. I bambini sono corsi in spiaggia a giocare con la sabbia e a cercare piccoli sassolini in riva al mare e la sensazione che abbiamo avuto è stata quella di libertà assoluta. Potersi godere una tale meraviglia, senza lettini e ombrelloni tra cui dover fare slalom per intravedere la riva, non ha prezzo!

La Piazzetta di Marina di Vietri

Camminando sul lungomare di Marina di Vietri, si arriva alla piazzetta: qui in estate troverete tanti ristorantini con i tavoli all’aperto (noi li abbiamo trovato chiusi di sabato a pranzo, ma conviene chiamare perchè potrebbero essere invece aperti la domenica a pranzo)

Nella piazzetta, c’è un bellissimo presepe, un’installazione permanente recentemente restaurata proprio dai cittadini del piccolo borgo e un piccolo parco giochi, dove ovviamente i bambini hanno voluto fare tappa!

I vicoli colorati di Vietri sul Mare

Da questa piazzetta, abbiamo iniziato la nostra risalita verso il centro storico, passando per il coloratissimo vicolo dalle casette azzurre e rosa. Lo trovate nei pressi della stazione dei carabinieri (potete anche impostare sul maps Via Giuseppe Pellegrino).

 

Altri punti d’interesse a Vietri sul mare

Se decidete di intrattenervi anche oltre la mattinata, vi segnalo alcuni punti d’interesse da non perdere:

  • Duomo di Vietri: lo riconoscete dalla cupola maiolicata con ceramica gialle, blu e verdi, alta ben 36 metri. La chiesa risale al X secolo ed ha uno stile tardo-rinascimentale napoletano.
  • Museo provinciale della Ceramica: si trova a Villa Guariglia, nella frazione di Raito. Qui si trovano oggetti in ceramica di carattere religioso, vasellame di uso quotidiano risalente all’800 e ceramiche del “periodo tedesco” salernitano.

Le spiagge di Vietri sul Mare

  • Spiaggia della Crestarella: si trova proprio sotto la Torre che è facilmente riconoscibile da lontano. E’ una piccola insenatura  con un unico lido con posti limitati (massimo 40 ombrelloni) per cui è una spiaggia molto tranquilla. E’ possibile arrivarci direttamente con l’auto e parcheggiare li al costo di 5€ per tutta la giornata. Per info sulla prenotazione dei lettini potete chiamare al 327 5766591 o scrivere una mail a infospiaggia@torrecrestarella.eu
  • Marina di Vietri: è divisa in due dal fiume Bonea. Da un lato ci sono gli stabilimento balneari, dall’altro spiaggia libera, perciò potete scegliere l’area che più fa al caso vostro. Ci sono molti bar e ristoranti ed è possibile parcheggiare a 2€ l’ora in estate (ovviamente in estate i posti scarseggiano)
  • Marina di Albori: Albori è una delle frazioni di Vietri sul mare, abitata da appena 350 abitanti ed è considerato uno dei borghi più belli d’Italia. E’ una piccola insenatura rocciosa dalle acque cristalline. Se siete disposti a fare 200 scalini, raggiungerete una delle più belle spiagge della costiera amalfitana. Partite dal Km 48 della strada statale e scendete la lunga scalinata per raggiungerla

Come arrivare a Vietri sul mare

In auto: il mezzo più veloce è sicuramente l’auto: l’uscita Vietri sul mare è la prima che si incontra venendo da Napoli. Si può parcheggiare nelle strisce blu del parcheggio con la sbarra a Piazza Matteotti, proprio all’ingresso del centro storico, o cercare nelle stradine parallele che scendono dal bar pasticceria Russo (proprio di fronte a questo primo parcheggio)

In treno: Vietri sul mare è l’unica città della costiera amalfitana ad avere la stazione ferroviaria. Con un treno delle ferrovie dello stato, è possibile raggiungere direttamente da Napoli in un’ora e 20 circa. Arrivati alla stazione, troverete un ascensore che collega la stazione a Piazza Matteotti. L’ascensore è attivo dalle 07:00 alle 20:00 e ha delle vetrate aperte e permette di ammirare le ceramiche vietresi con cui sono state piastrellate le pareti esterne all’ascensore

 

 

2 Replies to “Cosa vedere a Vietri sul mare: passeggiata con i bambini”

  1. Giuliano says: 20 Gennaio 2022 at 06:01

    Una bella recensione con buoni suggerimenti.

    1. Annarita Mautone says: 21 Gennaio 2022 at 10:39

      Ciao Giuliano, grazie!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*